Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Legge 30 dicembre 2010, N.238 "Incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia".

Data:

11/04/2011


Legge 30 dicembre 2010, N.238
Si informa che sulla Gazzetta Ufficiale n. 9 del 13 gennaio 2011 �� stata pubblicata la Legge 30 dicembre 2010, n. 238: "Incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia".

La finalità delle nuove norme - in vigore dal 28 gennaio prossimo - è quella di incentivare, mediante agevolazioni fiscali sotto forma di minore imponibilità del reddito, il rientro in Italia di persone che abbiano maturato all'estero esperienze formative o professionali. Tali agevolazioni verranno applicate a coloro i quali si trasferiscano nel nostro Paese per svolgere attività di lavoro dipendente, od autonomo, ovvero attività d'impresa.

I soggetti beneficiari sono elencati nell’art. 2, primo comma della Legge 238 e saranno individuati mediante un Decreto del Ministero dell’Economia e Finanze che verrà emanato entro il 29 marzo 2011.

Le procedure amministrative necessarie al rientro in Italia dei soggetti interessati sono demandate (art. 4, primo comma) agli Uffici consolari, anche d'intesa con la società Italia Lavoro Spa.

Ai soggetti destinatari delle nuove norme è garantita, in quanto applicabile, l'attestazione delle proprie competenze e dei titoli acquisiti all'estero, mediante il rilascio di documentazione "Europass", ai sensi della decisione n.2241/2004/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 15 dicembre 2004.

Entro il 29 marzo 2011, la Legge prevede (art. 4, secondo comma) l'emanazione di un Decreto del Ministro per gli Affari Esteri, di concerto con i Ministri del Lavoro e delle politiche sociali e dell'Economia e Finanze, per definire funzioni e ruoli dei soggetti (Uffici consolari e società Italia Lavoro Spa) chiamati a curare le procedure amministrative per il rientro in Italia degli interessati, nonché per determinare l'ammontare dei diritti da porre a carico di quanti intenderanno avvalersi della nuova normativa.

Una volta che saranno state emanate le disposizioni attuative della Legge, sarà cura di questo Consolato Generale rendere note le istruzioni operative in materia.

95