Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Referendum Costituzionale del 29 Marzo 2020

 

Referendum Costituzionale del 29 Marzo 2020

Con Decreto del Presidente della Repubblica del 28 gennaio 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 23 del 29 gennaio 2020, è stata fissata al 29 marzo 2020 la data del referendum confermativo previsto dall'articolo 138 della Costituzione sul testo di legge costituzionale recante: "Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari", approvato dalle due Camere e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, serie generale, n. 240, del 12 ottobre 2019.

Come si vota

L'elettore residente all'estero e iscritto all'AIRE vota tramite il materiale elettorale che il Consolato competente invierà al domicilio conosciuto.

Il voto dovrà essere spedito per posta al Consolato competente, utilizzando la busta affrancata fornita dal Consolato stesso.

Ai sensi dell'art. 4 della legge 27 dicembre 2001, n. 459, l'elettore residente all'estero e iscritto all'AIRE può esercitare l'opzione per il voto in Italia dandone comunicazione scritta alla rappresentanza diplomatica o consolare operante nella circoscrizione consolare di residenza.

La norma che consente di esercitare il diritto di voto in Italia stabilisce altresì che l'elettore può esercitare l'opzione entro il decimo giorno successivo alla indizione delle votazioni, ovvero entro il giorno 8 febbraio 2020.

Per esercitare l'opzione che consente di andare a votare in Italia anzichè dall'estero, si deve utilizzare il modello qui disponibile per il download:

 Maggiori istruzioni su come esprimere eventualmente l'opzione sono disponibili nel seguente comunicato (formato PDF in lingua italiana, PDF-Format deutschsprachige

Chi volesse esprimere l'opzione per il voto in Italia potrà inviarla al Consolato tramite posta, consegnandola a mano in Consolato oppure inviandola per posta elettronica all'indirizzo di posta elettronica monacobaviera.referendum2020@esteri.it.  

 

Elettori residenti in Italia che si trovino temporaneamente all'estero al momento del voto

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovino temporaneamente all'estero, per un periodo di almeno tre mesi, nel quale ricade la data di svolgimento del referendum popolare confermativo (29 marzo 2020) della legge costituzionale in materia di riduzione del numero dei parlamentari, nonché i familiari con loro conviventi, potranno esercitare il diritto di voto per corrispondenza (art. 4-bis, comma 1, legge 459 del 27 dicembre 2001), ricevendo il plico elettorale contenente la scheda per il voto all'indirizzo di temporanea dimora all'estero.

Per esercitare il proprio diritto di voto per corrispondenza, tali elettori dovranno far pervenire AL COMUNE d’iscrizione nelle liste elettorali un’apposita opzione entro il 26 febbraio 2020.

Tale facoltà si applica anche al personale delle Forze Armate e di polizia impegnato in missioni internazionali e al personale dello Stato in servizio all'estero.

Il modello per esprimere l'opzione di voto all'estero è disponibile per il download al seguente link (formato DPF editabile)


282