Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Radiazioni dal PRA e patenti

 

Radiazioni dal PRA e patenti

Si prega di prendere visione della Informativa sul trattamento dei dati personali e la tutela della Privacy (formato PDF)

A decorrere dal 1 gennaio 2020, a seguito della modifica del testo dell’art. 103 comma 1 del Codice della Strada, entrerà in vigore una nuova disciplina che regolamenta la radiazione di veicoli dal P.R.A. (Pubblico registro automobilistico) per definitiva esportazione all’estero.

 

Regime applicabile ai veicoli esportati dal 1° gennaio 2020

Per i veicoli esportati dal 1 gennaio 2020 la richiesta di radiazione deve essere presentata prima della effettiva esportazione del veicolo all'estero. In tal caso, per poter essere radiato, è necessario che il veicolo sia stato sottoposto a revisione con esito positivo da non oltre 6 mesi dalla data di richiesta della cancellazione.

Qualora l’intestatario o avente titolo del veicolo abbia necessità di raggiungere su gomma il Paese estero di destinazione potrà chiedere il rilascio del foglio di via e delle targhe provvisorie agli Uffici Provinciali della Motorizzazione o ad uno Studio di Consulenza Automobilistica.

 

Regime applicabile ai veicoli esportati entro il 31/12/2019

Per veicoli con carta di circolazione tedesca rilasciata in data anteriore al 1 gennaio 2020 sarà ancora ammessa la possibilità di richiedere, per il tramite degli uffici consolari, la radiazione successivamente alla effettiva immatricolazione del veicolo in Germania.

A tal fine è necessario che il proprietario oppure, in caso di veicolo cointestato, i proprietari, si presenti/presentino personalmente presso l’ufficio consolare con i seguenti documenti:

  1. documento d’identità in corso di validità (originale e copia);

  2. ricevuta di trasferimento bancario di importo 74,50 euro (comprensivi delle spese per l’inoltro al proprietario del veicolo della comunicazione dell’avvenuta radiazione), da versare sul seguente conto corrente bancario:
    sul conto di tesoreria dell'Ente (riportando come causale del versamento la dicitura "radiazione veicolo targato ......), le cui coordinate sono:
    Banca: Banca Nazionale del Lavoro Roma - Servizio Tesoreria
    Filiale BNL 11 - Via Marsala 6 - cap 00185 ROMA (RM) – ITALY
    Beneficiario: ACI - AUTOMOBILE CLUB D'ITALIA - Via Marsala 8 - 00185 ROMA (RM) - ITALY
    Iban: IT03W0100503211000000200044
    Swift/Bic: BNLIITRRXXX;

  3. modello NP–3C (disponibile in Consolato oppure scaricabile dal sito web dell’ACI: http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/modulistica-pra.html) già compilato fino al campo B. Il formulario NP-3C deve essere sottoscritto di fronte al funzionario consolare;

  4. a. dichiarazione dell'Ufficio della Motorizzazione tedesca che attesti l’immatricolazione del veicolo in Germania ed il ritiro delle targhe e dei documenti italiani. Di tale documento occorre una traduzione in italiano, che viene effettuata in Consolato ed ha un costo di Euro 20,00
    oppure
    b. carta di circolazione tedesca (Zulassungsbescheinigung Teil I/Fahrzeugschein), da presentare in originale e in copia.

 

Radiazione per rottamazione del veicolo in Germania

Oltre alla documentazione di cui ai punti 1,2 e 3 della sezione precedente devono essere presentati in Consolato anche i seguenti documenti:

- certificato di avvenuta rottamazione (Verwertungsnachweis), rilasciato dalla ditta autorizzata che ha effettuato la rottamazione. Di tale documento occorre una traduzione in italiano, che viene effettuata in Consolato ed ha un costo di 20,00 euro;

- documentazione (carta di circolazione e certificato di proprietà) e targhe italiane.

L'ufficio addetto alle pratiche di radiazione presso questo Consolato Generale è l’Ufficio Assistenza Sociale che riceve SENZA APPUNTAMENTO.

Le richieste di radiazione vengono inviate da questo ufficio consolare al competente ufficio provinciale del P.R.A. in Italia a mezzo PEC/posta elettronica certificata.

Per eventuali ulteriori informazioni/domande si prega di contattare l’Ufficio Assistenza Sociale via e-mail scrivendo a sociale.monacobaviera@esteri.it oppure telefonicamente chiamando allo 089-41800388.


Patenti

I cittadini italiani, residenti stabilmente in Germania, NON possono richiedere il rilascio, il rinnovo, l’estensione e il duplicato (per deterioramento o furto/smarrimento) della patente italiana presso le autorità di competenza in Italia. Essi dovranno OBBLIGATORIAMENTE rivolgersi alle autorità tedesche (Ufficio Patenti/Fahrerlaubnisbehörde), competenti per il luogo di residenza.

La patente italiana rimane valida in Germania fino alla sua scadenza. Ai titolari di patente italiana, stabilmente residenti in Germania, si suggerisce, tuttavia, di procedere alla conversione della patente italiana, ancorché in corso di validità, in patente tedesca, poiché, in caso di scadenza già avvenuta, deterioramento o smarrimento/furto della patente italiana, la procedura per il rilascio di una patente tedesca richiederà tempi relativamente lunghi.

Si precisa, infine, che il permesso provvisorio di guida italiano non autorizza alla guida in Germania.

Riferimenti normativi: decreto legislativo 18 aprile 2011, n. 59, direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE concernenti la patente di guida.

 



 


92