Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Accordo tra il Governo Federale e i Capi di Governo dei Länder vista l'epidemia da coronavirus in Germania

Datum:

17/03/2020


Accordo tra il Governo Federale e i Capi di Governo dei Länder vista l'epidemia da coronavirus in Germania

Vista l’epidemia da coronavirus in Germania, il 16 marzo 2020 il Governo Federale e i Capi di Governo dei Länder hanno concordato le seguenti linee guida per un approccio uniforme nell’ulteriore limitazione dei contatti sociali in ambito pubblico.

Comunicato stampa 96

Lunedí, 16 marzo 2020

Ufficio stampa e informazione del Governo Federale (Presse- und Informationsamt der Bundesregierung - BPA)

 

I. Saranno esplicitamente NON soggetti a chiusura:

punti vendita al dettaglio di generi alimentari, mercati settimanali, servizi di ritiro e consegna, rivendite di bevande, farmacie, negozi di articoli sanitari, negozi di profumeria e casalinghi, stazioni di servizio, banche e casse di risparmio, punti di servizi postali, parrucchieri, tintorie, lavanderie, rivendite di giornali, centri di articoli di bricolage, giardinaggio e per animali domestici e punti vendita all'ingrosso.Per il momento, anzi, andrebbe sospeso per questi settori in generale il divieto di vendita domenicale. L’apertura di tali strutture viene effettuata imponendo determinate condizioni in materia di igiene, gestione degli accessi e onde evitare le code. I fornitori di servizi e gli artigiani possono continuare a svolgere le loro attività. Tutte le strutture del sistema sanitario rimarranno aperte imponendo esigenze d’igiene accresciute.

 

II. Vanno chiusi al pubblico

  • bar, club, discoteche, locali pubblici e strutture analoghe

  • teatri, teatri lirici, sale da concerto, musei e strutture analoghe

  • fiere, mostre, cinema, parchi di divertimento, zoo e esercizi di attività per il tempo libero (al coperto e all'aperto), mercati speciali, sale gioco, casinò, sale scommesse e strutture analoghe

  • esercizi adibiti alla prostituzione, case di tolleranza e strutture analoghe

  • le attività sportive sul sito e all’interno di tutti gli impianti sportivi pubblici e privati, piscine e centri balneari ricreativi, palestre e strutture simili

  • tutti gli altri punti vendita al dettaglio non menzionati in un altro punto del presente documento, in particolare gli outlet

  • gli spazi gioco per bambini.

 

III. Vanno vietati

  • raduni in centri associativi e altre strutture sportive e per il tempo libero, nonché la fruizione di corsi nei centri di formazione per adulti (Volkshochschulen), nelle scuole di musica e in altre istituzioni educative pubbliche e private nel settore extrascolastico e i tour in pullman

  • raduni in chiese, moschee, sinagoghe e i raduni di altre comunità di culto.

 

IV. Occorre indire

  • regolamentazioni per la visita di ospedali, strutture della prevenzione e riabilitative, case di riposo e forme di alloggio speciali ai sensi del tomo IX del Codice di previdenza sociale tedesco (Sozialgesetzbuch - SGB), nonché di strutture analoghe, al fine di limitare le visite (ad es. visita una volta al giorno, per un'ora, ma non da parte di bambini di età inferiore ai 16 anni, visitatori affetti da infezioni delle vie respiratorie, ecc.)

  • un divieto generale di accesso nelle suddette strutture, nonché nelle università, scuole e asili, la cui attività non sia interamente sospesa, nei confronti di tutti coloro che abbiano soggiornato negli ultimi 14 all‘estero in zone a rischio all‘estero o in aree geografiche particolarmente colpite su territorio nazionale stando alla classificazione del Robert-Koch-Institut (RKI)

  • criteri obbligatori per mense, ristoranti, esercizi di ristorazione e alberghi volti a ridurre al minimo il rischio di diffusione del coronavirus, ad esempio regolamentando la distanza tra i tavoli, il numero di avventori, misure e istruzione in materia di igiene

  • regolamentazioni affinché la fruizione dei servizi di pernottamento su territorio nazionale sia possibile solo per scopi indispensabili ed espressamente NON per scopi turistici,

  • regolamentazioni affiché ristoranti e esercizi di ristorazione in generale non aprano prima delle ore 6 e chiudano entro e non oltre le ore 18.

292